Giacomo Mozzi Fotografo

‘Il volto e la maschera, poesie e opere’

‘Il volto e la maschera, poesie e opere’, Editoriale Giorgio Mondadori, Milano 2012

La più grande difficoltà quando bisogna scrivere qualcosa che sarà pubblicato e letto da tante persone è riuscire a scegliere bene le parole che si vogliono usare. Di parole ce ne sono tante, ma quello che conta veramente è la disposizione, mettere una parola prima di un’altra, lasciare più o meno spazio, trovare una simmetria o più semplicemente lasciare al caos la disposizione, ma un caos ordinato e non casuale, un caos pensato.
Penso che ci sia sempre un perchè quando succedono certe cose, quando per caso succede qualcosa di inspiegabile in un primo momento, poi si cerca di capire meglio, dove ci sono due scogli che puoi incontrare: il tempo e la mentalità della gente.
Il tempo non è semplice da gestire, devi riuscire a fare quello che vuoi realizzare e non sai quanto tempo ti rimane per farlo, forse. Al tempo ci si può sottrarre in un solo modo, prendendo tutto in mano, in un modo apparentemente inspiegabile, ma solo in superficie nascosto.
Il Volto e La Maschera, è un’opera ed il titolo di un libro di poesie ( ‘Il volto e la maschera, poesie e opere’, Editoriale Giorgio Mondadori, Milano 2012 ), ma in fondo tutti abbiamo un volto ed una maschera, ma molto difficile diventa esibire sia il volto che la maschera quando viviamo sempre in difficoltà, recitando un ruolo che talvolta non ci è consono, ma che dobbiamo recitare, senza neanche sapere il perchè e che ruolo ci è stato dato, sarebbe troppo semplice poter scegliere. Qui arriviamo al secondo scoglio della nostra vita, la mentalità della gente, il volto che si nasconde, e che sa che deve nascondersi, sennò si sentirà nuda, spoglia, senza protezione e violabile. Solo alcuni sono esenti da questi vincoli, spesso ignorati, quindi si crea un perenne sopravvivere al giorno in noi stessi, avendo un “ male di vivere” molto in profondità lasciando alla maschera che portiamo la nostra superficialità.
In alcune poesie sono riassunti gli stadi della vita di una ragazza che non ho conosciuto, dall’inizio alla fine, dalla più semplice verità e dallo stupore più puro ai grandi dubbi sull’esistenza umana.
Un libro da leggere in più modi e sfaccettature, a seconda di come uno si sente, ma anche da provare a capire e non solo leggere superficialmente.

Giacomo Mozzi

'Il volto e la maschera, poesie e opere', Editoriale Giorgio Mondadori, Milano 2012

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo coi tui amici!

autore dell'articolo:

Lavora come fotografo professionista freelance dal 2011.
Attivo soprattutto nel campo della fotografia di reportage, contatti con la stampa e nel campo dell’arte. Ha fatto diverse mostre ed iniziative sia nel suo campo lavorativo che nel sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*